regole di gibbs

7 regole di Gibbs per la gestione dei social media


Mi sono sempre piaciute le serie tv crime e NCIS non fa certo eccezione. Adoro il dialogo tra i personaggi e lo stile con cui vengono raccontate le loro vicende.

Dennis: NCIS. Never heard of it.
Gibbs: That’s embarrassing.
Dennis: NCIS anything like CSI?
Tony: Only if you’re dyslexic.

Protagonista di questo telefilm è l’Agente Speciale Leroy Jethro Gibbs. Lui non riesce proprio ad andare d’accordo con la tecnologia, ma utilizza quotidianamente una serie di regole che ben si adattano anche per la gestione dei social media.

Ecco le mie preferite:

regole di gibbs n. 3

Regola n. 3 – Mai credere a quello che ti dicono. Controllare sempre.

Al giorno d’oggi è facile pensare che una notizia sia vera semplicemente perché pubblicata in internet. Basti pensare a quante volte sia morta Angela Lansbury negli ultimi anni. Nell’era del giornalismo partecipativo, ovvero della cronaca raccontata online direttamente dai singoli utenti, verificare la veridicità di una notizia è essenziale per mantenere integra la propria credibilità ed evitare le fake news.

Consiglio: prima di pubblicare una qualsiasi notizia, prenditi due minuti in più per fare una ricerca online tra i maggiori esponenti del settore. Ne parlano? Come ne parlano? Da lì prendi la decisione più adeguata al tuo profilo.

regole di gibbs n. 3 bis

Regola n. 3 bis – Mai essere irraggiungibile.

La cosa che più adoro dei social media è l’interazione che si può avere con fan e follower: raccogliere le loro idee, ascoltarli, rispondere in maniera personalizzata alle loro domande, far tesoro dei loro consigli e perché no, magari accontentarli se le possibilità lo permettono. Questo, a mio avviso, è l’unico modo per fidelizzare veramente dei potenziali clienti. Ecco perché è importante essere sempre reperibili e non lasciar passare troppo tempo da quando il primo commento viene pubblicato.
È vero, il nostro è un lavoro impegnativo ma dopotutto ci piace proprio per questo, no? Con un po’ di organizzazione e un po’ di risorse è possibile essere presenti senza dover rinunciare alla propria vita.

Consiglio: attiva le notifiche e utilizza strumenti di ascolto. In questo modo potrai ascoltare la tua community e intervenire tempestivamente.

regole di gibbs n. 8

Regola n. 8 – Non dare nulla per scontato.

Questa è una regola da tenere a mente quando si lavora in team o quando si è responsabili di qualche progetto. Frasi come “pensavo avessi risposto tu” o “pensavo l’avesse pubblicato lui” non possono essere una giustificazione per qualcosa che è andato storto. Alla maggior parte delle persone non importa le difficoltà che hai avuto, ma solo se hai ottenuto il risultato che ti hanno chiesto. Anche lavorando soli è importante non dare nulla per scontato, come ad esempio che il calendario editoriale programmato per Facebook si pubblichi correttamente. La parola d’ordine è “monitorare”: potresti scoprire in corso d’opera che qualche passaggio è da perfezionare.

Consiglio: verifica almeno una volta al giorno che tutti i post programmati e i vari aggiornamenti automatici procedano come stabilito.

regole di gibbs n. 9

Regola n. 9 – Non andare mai in giro senza un coltello.

Ok, lasciamo perdere i coltelli e parliamo delle nostre armi: i dispositivi mobili. Mi rilassa sapere che se vado a una conferenza, grazie al mio tablet, posso raccontare la diretta a tutti i follower su Twitter. Mi piace l’idea di fotografare un bel quadro e di mostrarlo ai miei fan coinvolgendoli maggiormente nelle attività della mia azienda.
Il live streaming sta avendo un ruolo sempre più importante all’interno delle strategie di promozione di eventi: questo infatti permette agli utenti di essere virtualmente presenti anche se distanti o impegnati altrove. Inoltre consente di conservare nel tempo i contenuti che sono stati pubblicati.

Consiglio: oltre al dispositivo mobile è importante utilizzare saggiamente anche gli hashtag, così da avere una partecipazione esterna con contribuiti esterni. Ovviamente il tutto dovrà essere monitorato. Non dimenticare una buona connessione a internet (regola n. 8).

regole di gibb n. 11

Regola n. 11 – Quando il caso è chiuso vattene a casa.

Abbiamo visto che per gestire bene i social media è necessario lavorare tanto, verificare tutto e monitorare sempre. Un bravo lavoratore è quello che sa anche quando arriva il momento di dire basta, spegnere il telefono e andare a farsi una passeggiata. Questa è la regola di Gibbs: vanno bene gli straordinari se la scadenza è prossima, ma quando non c’è più nulla da fare, fermati. Leggi un buon libro, visita un museo, goditi la natura. Approfitta della rara occasione per ricaricare le energie!

Consiglio: spegnere il cellulare non è così terribile. Inizialmente può sembrarlo, ma dopo poco inizierai a rinascere. Provare per credere!

regole di gibbs n. 45

Regola n. 45 – Se crei un problema devi rimediare.

L’autosufficienza è anche questo: non solo essere indipendenti quando tutto va bene, ma anche quando crei inavvertitamente dei guai. Hai menzionato la pagina parodia invece di quella ufficiale? Hai pubblicato sul profilo aziendale un tweet personale? Essere responsabili significa anche rimboccarsi le maniche e risolvere il problema. Fortunatamente non sarai il primo a vivere una situazione simile, il web è pieno di casi di studio, l’importante è riconoscere l’errore e risolverlo. Questa esperienza ti aiuterà a prevenire la prossima difficoltà!

Consiglio: controlla sempre due volte prima di premere invio, soprattutto se gestisci più account. E prepara in anticipo un piano B per gestire la crisi. Meglio non far passare troppo tempo dalla nascita del problema alla sua risoluzione.

regole di gibbs n. 51

Regola n. 51 – A volte hai torto.

Regola importantissima valida non solo per chi utilizza i social, ma anche in generale. Avere la mente aperta a idee, consigli e critiche costruttive è utile per lavorare meglio. Non siamo perfetti, a volte sbagliamo. Altre persone hanno più ragione di noi. L’importante è ascoltare, riconoscere lo sbaglio e rimediare. Anche in questo caso il web è pieno di storie aziendali positive e negative. Sta alla nostra coscienza e saggezza scegliere la reazione più adatta.

Consiglio: qualsiasi cosa accada, mai cancellare i commenti dai social network. Piuttosto tira fuori tutta la tua diplomazia e rispondi nel miglior modo possibile. Il web non dimentica e screenshotta tutto.

E tu cosa ne pensi? Quali regole di Gibbs si adattano meglio al tuo lavoro?

Image source: CBS | Agnesvanzanten


Commenti

  1. Pingback: TvShow Time: finalmente la tv è social! - missmarpol [social media marketing & digital pr]

Aggiungi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.