Una piccola guida, basata sulla mia esperienza, nella quale spiego come usare Evernote per organizzarsi meglio. Web clipper, foto, documenti, note condivise

Come usare Evernote: 5 consigli per organizzarsi


Evernote è diventato essenziale quando ho iniziato a seguire progetti fuori città. Scrivere gli appunti sul tablet e trovarli sincronizzati sul computer mi ha permesso di accelerare decisamente il mio lavoro.

Sono multitasking di natura e ho sempre trovato utile confrontarmi con gli altri per capire come migliorare il mio sistema di lavoro. Ma più leggevo il blog di Evernote e più mi sembrava di non utilizzare tutte le sue funzioni.

Alla fine ho scoperto che il segreto, come in tutte le cose, è la costanza. Più utilizzo Evernote, più imparo a conoscerlo. Così ho trovato 5 soluzioni per organizzarmi meglio. In realtà credo che le possibilità siano infinite, ma se anche tu non sai come usare Evernote, questi potrebbero essere ottimi spunti.

1. Utilizzo Web Clipper per salvare i siti interessanti

Una volta c’era Pocket, poi ho deciso di ridurre le app in modo da non disperdere tempo ed energie. Avere tutto su Evernote è molto più comodo. Mi sono creata dei taccuini per quasi ogni categoria: social media, blogging, grafica, lavoro, da leggere… Grazie a Web Clipper ho tutto a portata di mano e sincronizzato su ogni dispositivo.

2. Uso taccuini e tag con metodo

I taccuini sono un po’ come le categorie dei blog: servono per raccogliere gli argomenti principali trattati nelle note. I tag entrano invece nel dettaglio, catalogando trasversalmente i contenuti. Così ho fatto un po’ di pulizia e ora, nell’ordine, vedo tutto molto più chiaro.
Se voglio cercare informazioni su un determinati progetto, so di poter guardare direttamente tra le note del suo taccuino. Se voglio invece sapere quanto lavoro è rimasto in sospeso, cerco il tag “to do”.

3. Condivido le note per lavorare a distanza

Con le note condivise è possibile suddividere i compiti, segnare le scadenze, aggiungere promemoria e task. Così abbiamo una visione completa della situazione e sappiamo come procedere. Utile anche per segnare con gli amici i film da vedere insieme. O, con il proprio fidanzato, il nome degli invitati al matrimonio (true story).

4. Aggiungo foto promemoria

Mangio qualcosa di buono che vorrei provare a cucinare da sola? Click, foto su Evernote e aggiungo sotto la ricetta. Vedo per strada qualcosa che mi ispira? Click, foto su Evernote e sotto aggiungo gli appunti. Il vetro del lampadario si è rotto e devo ricomprarlo? Click, foto su Evernote e sotto aggiungo i dati tecnici. Devo continuare?

5. Salvo i documenti importanti

Sto organizzando una festa di compleanno a tema Grande Gatsby. Nel taccuino ho creato note private e note condivise. Tra queste ultime, insieme all’elenco degli invitati e ai contatti dei fornitori, c’è anche una nota nella quale aggiungo i file grafici da mandare in stampa: invito, manifesto, indicazioni per la sala, citazioni… Se ho bisogno di qualcosa, è tutto su Evernote.

C’è qualcosa di meravigliosamente leggero nel lavoro ben organizzato. Sarà anche per questo che impazzisco letteralmente per le agende. Ma questa è tutta un’altra storia.

Conoscevi Evernote? Lo utilizzi?

Image source: Evernote | Soft32 | Moleskine | Lifehacker

Salva

Salva


Commenti

  1. Pingback: Salvare i siti preferiti: dove e come - missmarpol [social media marketing & digital pr]

Aggiungi un commento