aumentare follower su pinterest

Aumentare follower su Pinterest in 9+1 passi


Pare che “aumentare follower su Pinterest” sia una delle frasi più ricercate su Google. Vuoi perché gli addetti ai lavori cercano maggiore visibilità, vuoi perché più il numero è alto e più c’è una parvenza di notorietà… fatto sta che la domanda rimane quella: come si fa ad aumentare follower su Pinterest?

Io e Pinterest: amore a primo pin

Ho conosciuto Pinterest per caso, tantissimi anni fa. Figurati che all’epoca ci si iscriveva solo su invito, ma ci siamo amati fin da subito. Innanzitutto perché mi risolveva il problema delle immagini trovate sul web, che salvavo incessantemente sul mio computer nominandole per fonte e archiviandole per argomento. Poi perché si è presto rivelato un’incredibile fonte di idee e ispirazione. Roba da dipendenza e da repin come se non ci fosse un domani.

Poi, causa alcuni progetti lavorativi pesanti, sono stata costretta ad eliminare tutto ciò che di sociale esisteva nella mia vita. Online e offline. Pinterest però ha continuato ad amarmi anche se ormai non gli rivolgevo più la parola. È stata una mia amica a farmelo notare: “ma quante ore passi su Pinterest per avere tutti quei follower?” Neanche una da parecchi mesi. Così, appena terminati i progetti, ho iniziato a sperimentare.

Aumentare follower su Pinterest in 9+1 passi

Venerdì 1 maggio 2015 avevo 603 follower e più di 4000 immagini pinnate.
Oggi martedì 12 gennaio 2016 ho 1.741 follower e 9.225 immagini pinnate.

Cosa è cambiato?

1. Ho dato un nome chiaro alle mie board

Puntando sull’internazionalità della lingua inglese, ho dato nomi chiari alle mie raccolte di foto aggiungendo anche le descrizioni e utilizzando parole chiave per far trovare i miei contenuti più facilmente.

aumentare follower su pinterest

2. Sono diventata più costante

Ora dedico 30/40 minuti al giorno a pinnare e repinnare immagini interessanti. Condivido ciò che piace a me e ciò che riguarda il mio lavoro, creando un mix unico di contenuti sempre nuovi.

3. Scelgo immagini di qualità

Quindi via libera alle immagini grandi, in alta definizione e chiare. Sì alle foto tutorial che spiegano, scatto dopo scatto, come realizzare quella cosa o cucinare quel piatto. Più le immagini sono grandi e più attirano l’attenzione. E conquistano.

4. Seguo pochi pinners, ma coinvolgenti

Questa è una scelta personale che ho preso per tutti i social media. Non sempre riesco a seguire tutti come vorrei, quindi ho deciso di crearmi una timeline su misura per trovare subito ciò che può interessarmi.

5. Ho riordinato il mio profilo

Ovvero: ho aggiunto la mia professione accanto al mio nome, ho aggiornato la bio rendendola uniforme agli altri social, ho aggiunto le parole chiave relative agli argomenti più pinnati e ho riordinato le board con in alto quella più seguita.

6. Ho confermato il mio sito

Non è sempre facile, ma tra file .php e plugin, ce l’ho fatta. Ora ho libero accesso ai dati analitici del blog e questo mi permette di pubblicare i miei contenuti con più consapevolezza.

7. Ho aggiornato le immagini di copertina di ogni board

Questo per rendere più chiari i contenuti. C’è chi sceglie le immagini abbinandole ai colori del proprio brand, chi crea immagini apposite con i titoli delle board… io per ora ho scelto immagini belle e semplici. Ma non escludo di tornarci su.

aumentare follower su pinterest

8. Ho cancellato i pin inutili, doppi e incoerenti

Avevo una board chiamata “Horror Style” in cui salvavo gli abiti più brutti delle celebrity. Non chiedetemi il perché. Ho letto qua e là che alleggerire il proprio profilo dei pin incoerenti o che non portano profitto permette di far volare le proprie statistiche. Sarà vero? Io ci ho provato. Ho fatto fuori quella terribile board e grazie a BoardBooster ho analizzato le mie immagini alla ricerca di doppioni. Eliminati anche loro.

9. Ho trasformato i pin in rich pin (o pin dettagliati)

Ovvero ho abilitato il blog per poter aggiungere più informazioni alle mie immagini (nome del sito, favicon, descrizione della pagina collegata…). Questo rende i contenuti più professionali e (diciamolo) più belli. Per utilizzare questa funzione è però necessario passare all’account business.

+1 suggerimento valido anche per me

Utilizzare immagini verticali

Prima o poi lo farò. Blog e statistiche (anche le mie) dicono che i pin più apprezzati sono quelli verticali. Ma io ho un debole per le immagini orizzontali. Troverò un compromesso.

E tu ci sei su Pinterest? Quali immagini preferisci condividere?


Aggiornamento del 27 maggio 2016:
ho trovato un compromesso inserendo le immagini verticali e nascondendole.
Leggi qui e scopri come.

Image source: Pinterest


Commenti

  1. Pingback: Aumentare le visite al sito con Pinterest - missmarpol [social media marketing & digital pr]

  2. Pingback: Salvare i siti preferiti online: dove e come - missmarpol [social media marketing & digital pr]

  3. Pingback: Blocco dello scrittore: 12 idee per tornare a scrivere - missmarpol [social media marketing & digital pr]

Aggiungi un commento